Trattoria “Al Ponte”

Ascolto consigliato: Stanley Turrentine – Look Out

IMG_3455Ultimo pranzo del tour Due chitarre con gli amici Gazebo Penguins, sulla strada da Conegliano a Bologna decidiamo di fermarci in questa osteria Slowfood di cui abbiamo letto grandi cose, sperduta in mezzo alla campagna del polesine, il locale è luminoso ed accogliente, molto silenzioso e con delle linee semplici e pulite.
Il titolare ci accoglie molto calorosamente e ci consiglia in modo molto insistente di provare alcuni piatti, (approccio che si ripeterà sia sui secondi che le grappe), mi trovo in disappunto con questa gestione ma evidentemente per lui è così che funziona.

IMG_3456IMG_3520Ci porta un ottimo prosecco Brut Bottega, con un bel perlage ed un sapore secco ma armonioso, ottimo per accompagnare gli antipasti; poi a seguire ci propone un Cabernet dei colli Euganei, di discreta qualità, che ci accompagnerà con i primi e secondi piatti.

IMG_3498L’antipasto è formato da un assaggio di tre pietanze, un insalatina di carciofi, ben puliti e tagliati finemente, conditi in modo semplice ma di gusto, un assaggio di roastbeef cotto alla perfezione, bello rosa ma non al sangue e tagliato sottile il giusto, dimostrando una morbidezza ottimale, ed un gnocchetto di patata dolce (tipica della zona) con del gorgonzola dolce D.O.P.
IMG_3499Il tutto è stato accompagnato da una tempura di verdure miste, nel cui impasto hanno aggiunto dello zafferano, molto interessante la variante e ben fatta la frittura, leggera e croccante.

IMG_3500Giunti ai primi io ho optato per una zuppa di cipolle, devo dire preparata in modo esemplare, cipolle cotte a lungo per addolcirle senza però perdere la fibra, la parte grassa del brodo era poco invasiva e si armonizzava bene con I crostini di pane posti in superficie, ben cotti, dorati e croccanti, con una spolverata di Parmigiano Reggiano il piatto è diventato perfetto.

IMG_3460Al momento di ordinare I secondi scopriamo che dei tre piatti da noi selezionati, solamente uno era disponibile, quindi ci siamo accontentati tutti di un filetto di manzo cotto al sale, nulla di che, carne non particolarmente saporita e nemmeno tenera, presentava segni di cottura alla piastra, poi cosparso di sale grosso, servita senza la possibilità di aggiungere un filo d’olio, in quanto non era presente in tavola; interessanti i contorni, delle patate precedentemente scottate e poi saltate in padella e delle verdure miste stufate (non di stagione).

IMG_3461Niente dolce per noi ma un caffè con grappa, caffè ben fatto e servitor in tazzina bollente, ma riguardo alla grappa, nonostante avessi espresso preferenza di una marca in particolare, il titolare si è sentito in obbligo di farmi assaggiare ben 3 grappe prima di andare a prendere altre 2 bottiglie in cantina, alla fine son riuscito ad ottenere la grappa che volevo, ma che pesantezza…

Tutto sommato pranzo notevole, ottima qualità, sorvoliamo sul servizio, il tutto per una spesa di circa 30 euro a testa.

Trattoria Al Ponte

Via Bertolda, 27

Bornio di Lusia ROVIGO

Tel: 0425 669890

http://www.trattorialponte.it/

loghetto firma

Osteria “Madonnetta” – Marostica (VI)

Ascolto consigliato: Slim & Slam – Tutti Frutti

In questo bellissimo giro al nord, insieme ai cari amici Gazebo Penguins, siamo stati a suonare in quel di Pordenone, sulla via del ritorno ci siamo fermati a Marostica, nota in tutto il mondo per la scacchiera della piazza principale (nella quale ogni due anni si tiene un torneo di “Scacchi Viventi”) e per la Ciliega di Marostica IGP.

IMG_3310In questa affascinante cittadina troviamo l’Osteria “Madonnetta” ristorante molto antico, aperto infatti nel 1904, quindi attivo da 110 anni. L’atmosfera è calda ed accogliente, si percepisce la vita che spesa dai clienti al suo interno, molto affascinante. A pochi passi dalla piazza principale e per i più nerd, è dotata di free WiFi.

Servizio cordiale e disponibile, preparato anche in Inglese, per i vari turisti di passaggio nella zona.

IMG_3309Riguardo ai vini, abbiamo scelto un Cabernet in purezza dell’anno 2010 dell’az. agr. Vigneto due santi di Zonta, di Bassano del Grappa, un vino di colore rosso rubino, tendente al granato, dai profumi intensi e piacevoli, con un corpo strutturato ma elegante, grazie anche al periodo di maturazione in legno, indubbiamente un vino armonico e maturo, che si sposa bene con i piatti a base di formaggi che abbiamo preso.

IMG_3314Riguardo al cibo, ho scelto una insalata mista come antipasto, un pasticcio con formaggio asiago e radicchio rosso, un tris di contorni di verdure molto interessante ed una torta scrumble di mele e mandorle.

L’insalata era bellissima, colorata, profumata, croccante, freschissima, composta da Carote e cappuccio tagliati a julienne, pomodori datterini ed una misticanza.

IMG_3308

Il pasticcio di Asiago e radicchio rosso nostrano era talmente invitante che non ho resistito e l’ho aperto prima della foto, per mostrarvi il contenuto.

Asiago fuso, un bel radicchio amaro ed una besciamella delicatissima. Non proprio un piatto dietetico ma buonissimo e che ha regalato grandi soddisfazioni, grazie anche all’asiago in superficie che era diventato bello dorato e croccante.

IMG_3311

Come secondo ho scelto questo piatto “il Verdurone”, ovvero 3 contorni a scelta, io ho optato per le “Teghe scure in tecia”, il “Capusso in tega” e le patate al forno.

Le teche sono dei fagiolini molto sottili e lunghi, che anche cotti rimangono croccanti, fatti con un sughero di verdure, davvero ottimi. Il Cappuccio era stufato con bacche di ginepro ed insaporito con rosmarino, molto buono. Le patate erano croccanti e ben cotte, molto condite.

IMG_3313Poi arriva il dolce, una Scrumble di mele e mandorle tostate, eccezionale, calda, quasi cremosa. con le mele dolci all’interno e le mandorle tostate a dare una bellissima nota, dolce che si abbina perfettamente al vino passito Torcolato, fatto con uva Vespaiola per l’85%, prodotto DOC di Vicenza, dorato e consistente, con profumi delicati e morbidi, cremoso in bocca, intenso e abbastanza persistente. Un ottima alternativa al sempre Veneto Recioto della Valpolicella.

IMG_3312Arriviamo al caffè, servito bollente e cremoso, un buon caffè che termina un ottimo pasto. Per non farci mancare nulla abbiamo assaggiato anche una grappa di Prosecco barricata, una grappa dai profumi freschi e leggeri ma con un corpo presente, grazie alla barrique. Nell’insieme il ristorante è veramente ottimo, non posso che consigliarlo, prezzo OTTIMO (35 euro cad.).

Indirizzo: Via Vajenti, 21, 36063 Marostica Vicenza – Telefono:0424 75859

http://www.osteriamadonnetta.it/#!osteria-madonnetta/cefe

Marco Chiussi

loghetto firma